NEWS "Anniversario beatificazione 20 ottobre 2016"

TESTIMONIANZA DI ANTONELLA E RUGGERO

Nell'anno 2003… sposati ormai già da quattro anni, eravamo contenti della vita che facevamo, avevamo un lavoro che ci piaceva, ci divertivamo, ci amavamo, avevamo una bella compagnia di amici e ci piaceva fare dei bei giri in moto assieme ad altre coppie di ragazzi. Ad entrambi piacevano molto i bambini; all'inizio del matrimonio non ci pensavamo più di tanto ad averne uno nostro, ma poi... circondati da ben 14 nipotini, e da figli di amici... iniziammo a sentirne un gran desiderio. Iniziammo così a provare ad avere un bimbo... Il tempo passava, ma i risultati non arrivavano, cominciammo a preoccuparci e a fare qualche esame per capire se ci fosse qualcosa in noi che non andava. Molto presto scoprimmo che entrambi avevamo dei problemi fisici legati anche al nostro passato (un tumore alle ovaie Antonella, varicocele Ruggero) ... Ci dissero che non era impossibile per noi avere un figlio, ma con i valori che avevamo, c'erano delle reali difficoltà. Entrammo in panico e fummo assaliti da molti pensieri.. Trascorsi alcuni mesi, ci sottoponemmo ad altri accertamenti e con la scusa che eravamo spesso in centro a Padova, venimmo a conoscenza della Casa Madre delle Suore Salesie, con adiacente una chiesetta dedicata ad una Suora di nome Liduina. In tale struttura era ospitata una suora di nome Maria Paggin, che conoscevamo bene, perché era stata insegnante nella scuola materna del nostro paese Bosco di Rubano... Lei era molto ammalata, e non le rimaneva molto da vivere. Iniziammo a frequentare quell'istituto e sempre più spesso quella piccola chiesa. Ci raccontarono del dono speciale che aveva Suor Liduina, il potere di amare e donare bambini a coppie con problemi fisici come noi. Eravamo entusiasti e con il passare del tempo iniziammo ad accrescere la nostra fede in Dio e Suor Liduina. Passavano le settimane ma i risultati non arrivavano; ricordo un giorno che ci recammo nella chiesetta di Suor Liduina, con il morale a terra per l'ennesimo esito negativo degli esami, soli davanti all'immagine di Suor Liduina, una suora si avvicinò a noi e ci chiese dolcemente da dove venissimo e il motivo del nostro dolore... Guardandoci in volto, aveva capito che stavamo soffrendo tantissimo... Il suo nome era Suor Bianca. Iniziammo a raccontarle un po' la nostra storia, quali fossero i nostri problemi, ma toccando un tasto così dolente per noi, le lacrime nei nostri volti non tardarono a scendere. Il nostro pianto ruppe il silenzio della chiesa.. Una volta conosciuta Suor Bianca, iniziammo a frequentare ancora di più la casa madre facendo più spesso visita anche a Suor Maria. Lei ci diceva sempre che Suor Liduina ci avrebbe aiutato ad esaudire il nostro desiderio più grande... avere un bambino. Ci raccomandava di pregarla sempre, di non smettere mai di chiederle la grazia di avere un figlio, ci diceva … Abbiate FEDE... CHE PER SUA INTERCESSIONE DIO VI RENDERA' GENITORI. Le sue parole, erano le stesse che anche Suor Bianca ci ripeteva ogni volta che la incontravamo.. Molto presto il nostro sogno iniziò ad avverarsi.. Rimasi incinta e la nostra gioia fu grande. Corremmo subito a comunicare la bella notizia alle nostre due amate Suore, e fu festa con sorrisi e pianti di gioia. Non possiamo nascondere di aver ricorso a cure e assunto farmaci per aumentare le nostre possibilità, però i medici ci hanno sempre detto che siamo stati davvero molto fortunati date le nostre condizioni fisiche. Infatti la gravidanza non fu per niente facile, iniziarono da subito minacce d'aborto e pertanto fui costretta a rimanere a letto tutti i nove mesi di gravidanza... La nostra fede in Dio e Suor Liduina però ci aiutò a superare ogni difficoltà. In quei nove mesi a letto la mia ancora di salvezza fu la fede in Dio e in Suor Liduina; pregavo, parlavo con l'angioletto che portavo in grembo e assieme a lui recitavo tutti i giorni il rosario, e a lui leggevo il libro sulla Vita Della Beata Liduina, che Suor Maria mia aveva regalato. Arrivò finalmente il 17/11/2004, giorno in cui nacque il nostro Alberto Angelo Maria. Dopo alcune settimane facemmo visita alle nostre sostenitrici Suor Maria e Suor Bianca, ricevendo molti complimenti e soddisfazioni.. La nostra gioia era anche la loro. Suor Maria purtroppo ci lasciò pochi giorni dopo.. Sembrava avesse voluto attendere di vedere il nostro angioletto prima di abbracciare Dio. Successivamente provammo ancora ad avere figli, più volte ci sottoponemmo a visite e cure anche con grandi luminari della medicina che ci consigliavano e aiutavano per riuscire a far si che Alberto potesse avere un fratellino, ma niente da fare.... Sono trascorsi 12 anni e il nostro desiderio ora è quello che Alberto quando sarà grande ci renda nonni. Quello che ricordiamo e che teniamo a dire è che la Fede che ci ha accompagnati in quel periodo è stata una cosa unica, fortissima, indescrivibile: Amore vero! Quando durante la gravidanza accadeva che ci preoccupassimo perché Alberto non si muoveva... appoggiavamo nel pancione l'immagine di Suor Liduina, così lui iniziava a calciare, rendeva evidente l'impronta del suo piedino.... Sembra assurdo, ma è la verità …. Lei ci rassicurava ogni volta, non ci ha mai abbandonato un'istante... ha sempre vegliato sul nostro angioletto, e tutt'ora continua a farlo. GRAZIE, Beata Liduina!

Si volentieri subito

Beata 01

"Si volentieri subito"
ripeto anche oggi, sollecitata dall'Amore ad essere un cuore aperto per tutti coloro che sono nel dolore