NEWS "Anniversario beatificazione 20 ottobre 2016"

TESTIMONIANZA DI CATERINA E CARLO

Il mio approccio con Suor Liduina è avvenuto attraverso la mia mamma, che già la conosceva, quando ha iniziato a portarmi con lei a far visita alla sua tomba. In uno di questi incontri, suor Igina ( una Suora anziana che era stata con la Beata Liduina in Etiopia) mi diede un’immagine di suor Liduina dicendomi di custodirla in macchina, in quanto mi avrebbe protetta nei miei spostamenti. Da allora non l’ho più tirata fuori dal cassetto portaoggettiIn seguito ho conosciuto mio marito e gli ho trasmesso questa mia devozione e fiducia nella Beata. Quando abbiamo scoperto di essere in dolce attesa, l’euforia ben presto ha lasciato il posto all’angoscia: ormai avevo 42 anni, a detta di molti medici, troppi per generare una figlia sana e facevano mille pressioni affinché eseguissi esami molto invasivi per sincerarsi della salute del nascituro. Non nascondo la crisi che queste affermazioni creavano in me, al punto che, un sabato pomeriggio, mio marito mi portò da suor Liduina. Lì, parlando con suor Bianca, abbiamo capito che dovevamo assolutamente affidarci a Lei. Il risultato è stato una bambina sana e bellissima! Da allora non ho mai interrotto il mio “dialogo" con Liduina. Negli anni successivi ho avuto un’altra dimostrazione di continua protezione. Ho subìto un brutto incidente d'auto che mi ha causato molte infermità, ma alla fine ero ancora viva, nonostante l’auto da buttare. Quando mio marito andò a ritirare i miei effetti personali, che erano nell’auto distrutta, scoprì che l’immagine di suor Liduina non era più nel cruscotto portaoggetti, ma era saltata fuori e si era posizionata sul sedile anteriore del passeggero. Lei era lì. Queste sono le nostre esperienze che testimoniano la Sua protezione quotidiana.

Si volentieri subito

Beata 01

"Si volentieri subito"
ripeto anche oggi, sollecitata dall'Amore ad essere un cuore aperto per tutti coloro che sono nel dolore