NEWS "Anniversario beatificazione 20 ottobre 2016"

UN DONO DELLO SPIRITO SANTO!

E’ il 7 maggio il giorno in cui ricevo una telefonata da Don Andrea Skoblicki dall’Austria: “ Pronto Sorella Bianca, io sarò in Italia prossimamente con un Gruppo di venti persone. Arriveremo nel tardo pomeriggio del 3 giugno e il 4, giorno di Pentecoste, Beata Liduina vuole che veniamo nella sua Cappella ad adorare e pregare per le Vocazioni. Porterò con me le reliquie di Sant’Andrea Apostolo, il primo chiamato”. Do piena disponibilità e ringrazio di cuore di questa proposta che considero davvero un dono venuto dal Cielo! Ero davvero felice al pensiero di dedicare una giornata di preghiera per le Vocazioni pensando che nel pomeriggio nella nostra Cattedrale venivano consacrati i nuovi Sacerdoti. Abbiamo iniziato al mattino con l’Adorazione Eucaristica e pregando per le vocazioni Sacerdotali e alla Vita Consacrata. Preghiera avvalorata dalla presenza delle reliquie di Sant’Andrea Apostolo e della Beata Liduina! E’ seguita poi la Celebrazione Eucaristica in lingua tedesca ma molto partecipata da fedeli e devoti di Padova e dintorni. Terminata l’Eucaristia abbiamo posto sopra l’altare le reliquie dell’Apostolo e quindi è proseguita la preghiera personale per tutto il giorno poiché la Cappella, per l’occasione, è rimasta aperta. E’ stato bello vedere un andirivieni di persone che venivano a sostare in preghiera. Nel tardo pomeriggio abbiamo vissuto un altro momento molto intenso davanti a Gesù Eucaristia pregando per le famiglie: perché lo Spirito illumini le menti e riscaldi il cuore dei giovani che stanno preparandosi al Matrimonio e di coloro che sono già una famiglia affinché siano davvero la “ culla “ dove nascono le altre Vocazioni. Al termine abbiamo ricevuto la benedizione di Gesù e quindi il bacio alla reliquia di Sant’ Andrea. Ciò che mi ha colpito è stato come tutti i partecipanti prima di uscire hanno ringraziato per questa preghiera, per questo gruppo tedesco molto devoto e pieno di Spirito Santo e chiedendomi: Ma si fa ogni anno? Tutti lo hanno accolto come un dono dello Spirito del quale si poteva davvero percepire la presenza. Presenza che ha permesso di pregare insieme con lingue diverse senza alcuna difficoltà, ma che senz’altro sono arrivate in cielo come un UNICO CUORE! Unita a quanti hanno partecipato, ringrazio Don Andrea e i suoi parrocchiani che hanno voluto condividere con noi questa preghiera per le Vocazioni e uniti continuiamo ad invocare lo Spirito Santo perché susciti giovani che hanno il coraggio lasciarsi interpellare da Lui e si aprano al progetto che il Padre ha su ciascuno per la realizzazione personale, ma soprattutto per il bene dei fratelli. Suor Bianca G.

austria

INCONTRI DI GIOIA ED ENTUSIASMO!

E' sempre un momento intenso di gioia, di preghiera e di conoscenza della Beata Liduina Meneguzzi, quello che viviamo insieme con i Gruppi di Catechismo (ragazzi-genitori-catechiste) in occasione dei Sacramenti. Ogni volta è una sorpresa, ogni gruppo è diverso dall'altro, ma alla fine devo constatare come questi ragazzi siano un terreno fertile dove lo Spirito Santo lavora senza fatica.

clicca per ingrandire l'immagine

gruppi

UNA BELLA GIORNATA!

 

 

Ragazzi Parrocchia S. Pietro Viminario

 

In preparazione alla grande festa del Perdono, che celebreremo sabato 25 marzo con la Prima Confessione, noi ragazzi di San Pietro Viminario, accompagnati dal parroco e dai nostri catechisti, ci siamo recati in pellegrinaggio al santuario di San Leopoldo Mandic, l'apostolo del confessionale.

Nel pomeriggio abbiamo incontrato un’altra bella figura: la beata Liduina Meneguzzi, una umile suora, nata alle Giarre di Abano, che è stata missionaria in Etiopia dove ha speso la sua vita a servizio di tutti, ma soprattutto dei più poveri. Instancabile, accogliente con tutti: bianchi o neri, cattolici o mussulmani. Per lei erano tutti uguali, tutti erano figli di Dio e fratelli nostri.

Tutto ciò che viveva lo aveva imparato da Gesù e così ha scritto il “ suo Vangelo “. Siamo stati contenti di scoprire Beata Liduina e a lei abbiamo chiesto di aiutarci ad essere come lei: capaci di ascoltare la parola di Gesù e poi di metterla in pratica. E che ci aiuti a dire anche noi a chi ci chiede aiuto: SI’, VOLENTIERI, SUBITO!

Ragazzi di S. Pietro Viminario  

UNA BELLISSIMA ESPERIENZA!

 

 

Ragazzi di SantAgostino copia

 

Come Catechisti avevamo deciso di far conoscere ai nostri bambini di terza elementare del gruppo di catechismo, gli AMICI di RABBI, la storia della Beata Suor Liduina Meneguzzi, bella testimonianza di fede nella nostra realtà cittadina. Non abbiamo anticipato nulla, poiché sapevamo che avremmo trovato ad accoglierci e farci vivere questa esperienza Suor Bianca.

Sull’altare aveva preparato il Vangelo e la storia della Beata Liduina e nel mezzo il Crocifisso perché avevamo spiegato che i bambini si stavano preparando alla consegna del Vangelo e del Crocifisso. Appena arrivati era stato consegnato a tutti, piccoli e grandi, un cuore di cartoncino rosso che Suor Bianca dopo averci fatto riflettere che eravamo lì per incontrare il Signore, ce lo ha fatto portare sopra l’altare come segno della nostra disponibilità a mettere il nostro cuore nelle mani di Gesù e aprirlo a quanto Lui voleva farci comprendere.

Ha preso in mano i Vangeli e ha chiesto ai ragazzi quali erano i vangeli contenuti e dopo aver ottenuto la risposta dai ragazzini, ha detto che però manca un quinto Vangelo e una ragazzina ha esclamato: “Sì, il nostro!” Suor Bianca si è commossa dicendo: “Mi accorgo come lo Spirito Santo parla attraverso i piccoli!”

Per far comprendere il Crocifisso in un modo dolce e sereno ha chiesto ad una mamma di alzarsi e spalancando le braccia di chiamare la sua bambina (naturalmente senza che nessuno di noi fosse a conoscenza). La bimba in un primo istante è rimasta bloccata poi come per un’attrazione è corsa ad abbracciare la mamma e le due si sono strette in un unico e amoroso abbraccio. A quel punto Suor Bianca le tiene ferme così e rivoltasi ai bambini ha detto: “ Questo è il Crocifisso: un ABBRACCIO d’AMORE!” poi ha spiegato in quali modi Gesù ci abbraccia.

NEL SILENZIO.....

 

Ragazzi P. San Nicolò

Sabato 26 novembre, ci siamo ritrovati cresimandi, padrini, madrine e alcuni genitori della parrocchia di San Leopoldo Mandic in Ponte San Nicolò, presso la piccola cappella dedicata alla beata suor Liduina Meneguzzi a Padova, per un momento spirituale prima del Sacramento della Cresima.

La prima impressione che ho avuto nell’entrare in questo luogo è stato il silenzio che si è subito creato: si sentivano solo i passi e i rumori delle persone che si sedevano sui vari posti e la voce di suor Bianca che invitava ad accomodarsi. Subito ho avvertito che stavo bene in quel luogo, che c’era la reale presenza del Signore Gesù, come quella della beata Liduina, che ci abbracciava tutti.

Grazie ai canti, alla proclamazione della Parola del Signore, alla profonda riflessione di suor Bianca, al momento dell’esposizione della Santa Eucarestia, perfino alla consegna dei ricordini e ai saluti finali, la presenza di Cristo è stata da tutti, credo, avvertita in maniera forte.

Ti ringraziamo Signore Gesù: scenda, ti preghiamo, su questi nostri ragazzi il tuo Santo Spirit! Grazie o beata Liduina: spero che il tuo “Sì, volentieri, subito” possa essere di esempio a questi nostri cari figli durante tutta la loro vita. Grazie suor Bianca, che hai illuminato ragazzi e adulti con le tue parole, sicuramente ispirate. Mi auguro che lo Spirito del Signore invada, con la sua presenza, tutta la nostra persona e ci accompagni sempre.

Pierino  

INSIEME TESTIMONIEREMO……..

Presso la cappella della beata Liduina Maneguzzi ci aspettava suor Bianca, la quale ci ha fatto mettere a coppie, cioè ragazzo col rispettivo padrino o madrina. Poi ci ha fatto cantare tutti insieme, ci ha parlato di Gesù, di come suor Liduina ha saputo vivere il Vangelo, ma soprattutto dello Spirito Santo.

Abbiamo compiuto vari gesti, come quello di portare un cuoricino di carta rosso, che ci era stato consegnato all’inizio e porlo sull’altare significando così la nostra vicinanza a Gesù, facendolo entrare nel nostro cuore e rendendolo partecipe della nostra stessa vita.

Suor Bianca ha esposto il Santissimo Sacramento, poi noi ragazzi, tenendosi per mano con il nostro padrino o madrina, ci siamo portati davanti a Gesù e a voce alta abbiamo detto: “Insieme testimonieremo l’amore , la gioia e la pace che Gesù ci ha insegnato”; poi abbiamo posto la nostra firma dentro ad un grande cuore di carta che simboleggiava il cuore traboccante d’ amore di Gesù.  Al termine Suor Bianca ci ha donato un libricino sulla vita di suor Liduina, e tre cuoricini colore dell’arcobaleno, legati insieme, con i nomi di ciascuna coppia, da appendere in camera da letto. L’incontro mi è piaciuto tanto, il significato era molto profondo, suor Bianca mi ha coinvolto e sono riuscita a prestare sempre attenzione alle sue parole. Grazie Gesù, grazie suor Bianca.

Elena

Si volentieri subito

Beata 01

"Si volentieri subito"
ripeto anche oggi, sollecitata dall'Amore ad essere un cuore aperto per tutti coloro che sono nel dolore